Tartane, La Trinitè lunedì 10 febbraio,

la giornata inizia in salita, come annunciato ieri non ci sono macchine disponibili al noleggio e nella zona del mio albergo di Fort de France (FdF) piove a dirotto!!. Forza e coraggio!.
Subito dopo colazione devo inventarmi qualcosa, alle 10am il direttore di J.M mi aspetta a nord dell’isola in quel di Macouba.
Riesco durante la colazione a farmi spiegare da un creolo (abitante locale) come posso spostarmi, mi spiega che devo arrivare al porto e dà li cercare un Taxi collettivo, sarà la scoperta della giornata e forse della vacanza!.Senza chiamare taxi “normali” visto quel che costano (ieri sera per 8km la bellezza di 41€!!), mi muovo all’antica, visto che piove ancora, pesco alla reception le prime persone che vanno verso il porto e mi faccio dare un passaggio.
Alle 8.30 raggiungo questa piazzetta antistante l’attracco turistico di FdF ed eccoli lì, pulmini da 8 passeggeri che diventeranno per strada anche 10…
Parte l’avventura con 9.30€ di biglietto l’autista di nome Antony mi fa salire a bordo e via verso Macouba, dimenticavo se siete deboli di cuore non salite a bordo di queste navette impazzite, il traffico dell’isola è intenso ma loro guidano scatenati!.
Le strade sono immerse nella vegetazione tropicale, appena usciti dal centro abitato iniziano piantagioni di canna da zucchero e di banana. Sul Taxi si alternano signore con la spesa, anziani, ragazzi che vanno a scuola, un po’ di tutto tranne che turisti, meraviglioso!.
Qualche foto al volo, qualche chiacchera in francese e attraversiamo l’isola passando per Gros Morne, S.te Marie, Le Lorrain e Basse Pointe, arriva un bel sole.Antony è gentilissimo mi spiega come muovermi in Martinica e cosa è meglio vedere mentre troviamo lungo la strada Le Galion, il principale zuccherificio dell’isola, e la distilleria Saint James, nonostante il traffico giungo perfettamente in orario alla distilleria.
La visita è stata un’emozione straordinaria, passando attraverso tutte le fasi della produzione compreso il taglio che è iniziato da pochi giorni, il direttore generale Emmanuel Becheau la sua assistente Aurèlie e il master blender Nazaire Caratous si riveleranno persone meravigliose ed estremamente disponibili!. Ne riparlerò con calma più avanti.Finito il lungo ed accurato tour telefono ad Antony per farmi portare a Tartane, lingua di terra che si tuffa nell’oceano, davanti a la cittadina di La Trinitè dove ho l’albergo per la notte.
Il residence è spartano e la mia camera ha una vista sull’oceano meravigliosa, infatti inizio subito a scrivere queste righe con le dolci onde oceaniche dietro lo schermo e un buon sigaro che mi accompagna, dopo una cena consumata in riva al mare in un “ristorante” (lontano dalle tabelle Hccp e dalle normative sanitarie italiane) con un buon rhum St James come punch e la birra locale La Lorraine per accompagnare una gustosissima Assiette di prodotti pescati in giornata. Domattina sveglia alle 6.30am, Antony passa a prendermi e mi riporta a FdF dove con un altro “Taxi Collectif” raggiungerò la città di Le Carbet dove mi aspetta la Distillerie Neisson.

Marco Graziano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.