19 aprile 2015, Miami

Dopo la giornata di ieri riservata agli operatori oggi è il momento dello show vero e proprio. Dalle 13 alle 18 cancelli aperti al pubblico, già in coda da mezzogiorno per comprare un biglietto, ed in effetti l’atmosfera del festival è completamente cambiata con musica di sottofondo quasi ballabile e le hostess pronte ad un duro pomeriggio di lavoro.

In tutta questa kermesse ci sono comunque prodotti molto interessanti che colpiscono la mia attenzione, due microdistillerie americane: Richland Rum prodotto in Georgia con propria melassa, distillato in pot still e invecchiato in botti ritostate dopo aver contenuto precedentemente bourbon. Il miglior rum americano che abbia assaggiato di cui una bottiglia è già in valigia!


Bayou Rum prodotto in Louisiana dalle proprie piantagioni di canna da zucchero sino all’imbottigliamento. Prodotto da melassa,  corpo pulito e leggero che ricorda lo stile cubano grazie alle origini del loro master blender.

Afrohead Dark Rum, accattivante packaging per questo “premium aged” che ha la base logistica sull’isola di Harbor alle Bahamas. Ottimo assaggio nella versione “Afrohead Tea” con succo di limone fresco, cannella e un ginger beer artigianale.

Con piacere ho ritrovato anche qui la linea di imbottigliamenti di Mezan, che saranno gli attori della

prossima degustazione al mio rientro in Italia per merito dell’importatore Pietro Ghilardi. Come in occasione del festival romano anche qui hanno raccolto due medaglie nella tasting competition con la loro selezione di Jamaica XO. Grazie a Angelique Jullienne per la cortesia e la cordialità con cui ci ha ricevuti. Merci!

Un tocco di italianità non poteva mancare grazie alla presenza di un azienda italiana rappresentata da Leonardo e Lisa, la Vetro Elite leader nella produzione di bottiglie in vetro con sede a Treviso.

Non è nemmeno mancato il momento di qualche foto con ospiti d’onore, che hanno scritto e stanno scrivendo la storia del rum:

Il maestro ronero cubano Don Pancho & Carlos Esquivel

John Barret (Bristol Spirits) & Richard Seale (Foursquare – Barbados)

Domani dopo i saluti nella mattinata procederemo verso Key West alla scoperta di qualche microdistilleria e anche un pò di puro relax!. Grazie Robert Burr per l’accoglienza riservatami nel tuo festival, è stato come sentirsi in famiglia. Ti aspetto in Europa!

Rober Burr show producer & big boss!

 
A presto lungo #leviedelrum

Marco Graziano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.